SPECIALE CELLULITE
 CAPIRE IL PROBLEMA
›› Cos'è la cellulite
›› Come si forma
›› Come riconoscerla
 COME PREVENIRLA
›› A tavola
›› Attività aerobica
›› Massaggi manuali
›› Elettrostimolazione
›› Prodotti e integratori
›› Trattamenti Specialistici
 COME CURARLA SENZA BISTURI
›› ENDERMOLOGIE ®
›› LIPOMASSAGE
›› FAQ Endermologie ®
›› Video Endermologie ®
›› Pedana GALILEO ™
›› Human Tecar Physio TT

PRENOTA ENDERMOLOGIE A MILANO
 


Endermologie®, un marchio registrato da LPG Systems®, studiata e progettata in Francia negli anni ’70 e inizialmente destinata a trattamenti di fisioterapia cutanea (cicatrici, ustioni, …), è una tecnica di trattamento elettivo del tessuto connettivo sottocutaneo, le cui indicazioni attuali si rivolgono alla medicina estetica, alla chirurgia plastica ed alle manifestazioni di insufficienza microcircolatoria, siano esse arteriose, venose o linfatiche.

L’Endermologie è un particolare tipo di massaggio meccanico effettuato con l’ausilio di una sofisticata apparecchiatura che si avvale di rulli esercitanti una pressione positiva associata alla applicazione di pressione negativa su cute e sottocutaneo.

L’associazione tra pressione positiva e negativa, ottenuta dai rulli montati su un manipolo, con il movimento rotatorio applicato a quest’ultimo provoca una distensione verticale del tessuto connettivo, tale da determinare una redistribuzione del grasso sottocutaneo: tutto questo porta ad un rimodellamento del contorno cutaneo, essendo inoltre di stimolo per la corretta progressione della circolazione linfatica. L’effetto principale è di stimolazione del metabolismo e della vascolarizzazione tessutale, seguito da quello di linfodrenaggio e depurazione dello stesso tessuto.

Le peculiarità fisico-meccaniche di questa apparecchiatura consentono interventi terapeutici rivolti a varie patologie, a differenti tessuti o differenti fasi di una patologia complessa.

 

 

 
GUARDA LA PRESENTAZIONE VIDEO di Endermologie®

 

Prevenire la cellulite a tavola

Le 4 regole d'oro dell'alimentazione.

1) Evitare il sovrappeso
Pare un'ovvietà, ma è meglio ricordarlo: minore sarà la quantità di tessuto adiposo, disponibile alla colonizzazione, e meno probabilità ci sono che questa avvenga.
Non è questo il momento per affrontare un problema così complesso. In ogni caso, se intendete recuperare il peso forma, aiutatevi con: una dieta ipocalorica, prescritta da un dietologo, un programma di attività aerobica e qualche buon integratore, che contrasti i grassi in eccesso (come l'acido lipoico e il piruvato).

2) Favorire la diuresi
Per favorire l'eliminazione di tutte le sostanze tossiche e di rifiuto, è importante bere molta acqua. Un litro e mezzo al giorno è la quantità minima da assumere, magari lontano dai pasti per non diluire i succhi digestivi.
E' importante però che il liquido, una volta assunto, non ristagni nei tessuti gonfiandoli e quindi occorrerà limitare l'assunzione di sodio. Il sodio, infatti, trattiene acqua all'interno dei tessuti, impedendo il corretto scambio di liquidi tra la cellula e l'esterno. Evitate quindi tutti gli alimenti che contengono troppo sale come crackers, grissini, dadi da brodo e formaggi stagionati. Se vi pare che i cibi abbaino poco gusto, sostituitelo con gli usuali aromi da cucina quali timo, lauro, basilico, cipolla, prezzemolo e aglio.
Vanno inoltre banditi gli eccessi di caffè (oltre 2-3 tazzine al giorno), di cioccolato e di bevande alcoliche (come vino, birra e liquori), poiché affaticano il fegato impedendogli di espellere le sostanze di rifiuto.

3) Regolarizzare l'intestino
Per questo scopo preferite gli alimenti ad alto contenuto di fibre, vitamine C-E, potassio.

Aumentate il consumo di frutta e verdura, soprattutto: finocchi, sedano, carciofi, asparagi, carote, arance, kiwi, pompelmo, prugne fresche e albicocche.

Frutta e verdura infatti, per il loro alto apporto di fibra, favoriranno l'attività intestinale. Questo faciliterà l'evacuazione delle scorie alimentari, riducendo l'assorbimento degli zuccheri e dei grassi, senza disturbare l'utilizzazione delle proteine e degli oligoelementi (ferro, rame, selenio, zinco, magnesio e calcio).

4) Favorire la microcircolazione
Occorre cercare gli alimenti ricchi di bioflavonoidi, le sostanze che favoriscono la microcircolazione. Vi potranno aiutare molto, in questo caso, i frutti di bosco e di sottobosco (per una volta i golosi delle fragole sono favoriti!) e soprattutto i mirtilli, che contengono un grande quantitativo di sostanze vasotrofiche, dette rutosidi, protettrici delle pareti dei vasi.

Non dimenticate però che la prevenzione della cellulite passa anche attraverso l'attività fisica.

 

 

 
 
 

LPG Endermologie® | Speciale Cellulite | Depilazione Definitifìva | Medicina Estetica | Prova gratis | Dove siamo

 

Centro Endermologie® LPG - via Mauro Macchi, 86 20127 Milano (MI)

Telefono 3922624014


P.IVA 04772230969

 

Se vuoi ricevere le nostre offerte...

Inserisci qui la tua email: