SPECIALE CELLULITE
 CAPIRE IL PROBLEMA
›› Cos'è la cellulite
›› Come si forma
›› Come riconoscerla
 COME PREVENIRLA
›› A tavola
›› Attività aerobica
›› Massaggi manuali
›› Elettrostimolazione
›› Prodotti e integratori
›› Trattamenti Specialistici
 COME CURARLA SENZA BISTURI
›› ENDERMOLOGIE ®
›› LIPOMASSAGE
›› FAQ Endermologie ®
›› Video Endermologie ®
›› Pedana GALILEO ™
›› Human Tecar Physio TT

PRENOTA ENDERMOLOGIE A MILANO
 


Endermologie®, un marchio registrato da LPG Systems®, studiata e progettata in Francia negli anni ’70 e inizialmente destinata a trattamenti di fisioterapia cutanea (cicatrici, ustioni, …), è una tecnica di trattamento elettivo del tessuto connettivo sottocutaneo, le cui indicazioni attuali si rivolgono alla medicina estetica, alla chirurgia plastica ed alle manifestazioni di insufficienza microcircolatoria, siano esse arteriose, venose o linfatiche.

L’Endermologie è un particolare tipo di massaggio meccanico effettuato con l’ausilio di una sofisticata apparecchiatura che si avvale di rulli esercitanti una pressione positiva associata alla applicazione di pressione negativa su cute e sottocutaneo.

L’associazione tra pressione positiva e negativa, ottenuta dai rulli montati su un manipolo, con il movimento rotatorio applicato a quest’ultimo provoca una distensione verticale del tessuto connettivo, tale da determinare una redistribuzione del grasso sottocutaneo: tutto questo porta ad un rimodellamento del contorno cutaneo, essendo inoltre di stimolo per la corretta progressione della circolazione linfatica. L’effetto principale è di stimolazione del metabolismo e della vascolarizzazione tessutale, seguito da quello di linfodrenaggio e depurazione dello stesso tessuto.

Le peculiarità fisico-meccaniche di questa apparecchiatura consentono interventi terapeutici rivolti a varie patologie, a differenti tessuti o differenti fasi di una patologia complessa.

 

 

 
GUARDA LA PRESENTAZIONE VIDEO di Endermologie®

 

Come si forma la cellulite

Tutto comincia a causa di problemi a livello venoso.
Le vene infatti, per cause costituzionali o di natura comportamentale, perdono la loro tonicità ed elasticità, provocando un rallentamento del flusso sanguigno, in particolare negli arti inferiori.

Il sangue ristagna nei capillari provocando la perdita di elasticità e permeabilità di questi, che non sono più in grado di nutrire in modo adeguato i tessuti circostanti.

Questo processo, lento ma inesorabile, provoca con il tempo un'infiammazione dei tessuti. Ecco come compare la cellulite, chiamata scientificamente "pannicolopatia fibro-edematosa". L'infiammazione colpisce le cellule adipose, il tessuto interstiziale (quello che si trova tra una cellula e l'altra) e i vasi sanguigni più piccoli, cioè venule e capillari.
Questa prima fase si caratterizza per la "pelle a buccia d'arancia" e per la frequente sensazione di gambe pesanti, gonfiori degli arti inferiori e formicolii.

Se l'edema persiste tra le cellule adipose, si arriva al secondo stadio, con un'alterazione del tessuto e un'abnorme proliferazione delle fibrille di collageno. In questa seconda fase, il tessuto adiposo è più pastoso e si avvertono crampi e formicolii nella zona.

Al terzo stadio i noduletti, formati dalle fibrille di collageno, sono consistenti, dolorosi al tatto e disseminati su tutta la zona.
I tessuti sono scarsamente irrorati, la pelle è a tratti "flaccida" e a tratti "molto compatta". La zona è più fredda del normale e i capillari sono radi e danneggiati.

Il quadro non è dei più felici insomma, ma è importante sapere che questa "colonizzazione dei tessuti adiposi" si può prevenire e curare, soprattutto quando è al primo stadio, il più frequente.

Vediamo quindi come si possono individuare le zone a rischio.

 

 

 
 
 

LPG Endermologie® | Speciale Cellulite | Depilazione Definitifìva | Medicina Estetica | Prova gratis | Dove siamo

 

Centro Endermologie® LPG - via Mauro Macchi, 86 20127 Milano (MI)

Telefono 3922624014


P.IVA 04772230969